Mer. Apr 14th, 2021

Strasburgo, un incendio distrugge il data center SBG2 di OVHCloud, il più grande d’Europa. Anche SBG1 gravemente danneggiato, SBG3 e SBG4 sono al sicuro ma non si riavvieranno oggi. L’incendio è scoppiato, mercoledì mattina, poco dopo la mezzanotte, e ci sono volute sei ore per rimetterlo sotto controllo, con più di 100 vigili del fuoco sul posto. Il data center SBG2 a cinque piani e 500 mq è stato distrutto, mentre SBG1 è stato gravemente danneggiato. SBG3 e SBG4 erano protetti dai vigili del fuoco. Il sito è attualmente off-limits e nessuno dei data center sul sito verrà riavviato per ora, secondo il fondatore di OVHcloud Octave Klaba.

Fortunatamente nessuno è stato ferito nell’incendio. Il data center, in Rue du Bassin de l’Industrie al Port du Rhin, ha preso fuoco alle 00:40 di mercoledì 10 marzo, secondo un rapporto di Antoine Bonin del sito di notizie locale DNA , che riferisce: “Quando sono arrivati ​​i soccorsi, la struttura è stato completamente avvolta dalle fiamme, con esplosioni e fiammate per diverse decine di metri di altezza”.

L’incendio si è diffuso ad altri due edifici, danneggiando un altro data center del sito. “Una parte di SBG1 viene distrutta”, ha detto in un tweet il fondatore e presidente di OVHcloud Octave Klaba, che ha raccomandato ai clienti di attivare i piani di emergenza, poiché “l’intero sito è stato isolato, il che ha un impatto su tutti i servizi in SBG1-4”.

I servizi di emergenza del Basso Reno hanno inviato 115 vigili del fuoco e 44 macchine, tra cui sei “lanciatori a cannoni” e due scale, secondo il rapporto del DNA. La struttura si trova praticamente al confine con la Francia e altre risorse sono state mobilitate oltre il confine in Germania, secondo un comunicato stampa del Basso Reno. Un battello franco-tedesco, Europa 1, che trasportava un equipaggio tedesco, ha aiutato a spegnere l’incendio, prelevando l’acqua direttamente dal Reno.

OVHcloud aveva tre dipendenti in loco, tutti illesi.

OVHcloud è il più grande provider di cloud in Europa, con strutture in tutta la regione, così come nell’APAC e negli Stati Uniti.

L’incendio è arrivato solo due giorni dopo che OVHcloud ha annunciato di muovere i primi passi verso un’IPO, fluttuante sul mercato azionario di Parigi secondo Reuters. I dettagli del processo devono ancora essere determinati, ma la maggior parte dell’azienda è attualmente di proprietà privata della famiglia Klaba.
Lo stato attuale dei servizi di OVHcloud può essere visto qui .

LEGGI ANCHE:

POSSIAMO FARE INFORMAZIONE INDIPENDENTE GRAZIE AL TUO SOSTEGNO.
SE TROVI UTILE IL NOSTRO LAVORO, CONTRIBUISCI A MANTENERLO CONSTANTE:

ATTIVA UNA DONAZIONE RICORRENTE CON PAYPAL E CARTE UTILIZZANDO IL TASTO “DONA ORA”


ALTRI MODI PER SOSTENERCI:

IBAN E POSTEPAY SU: https://mepiu.it/sostieni

INVIA UNA SINGOLA DONAZIONE DI 20 EURO RAPIDAMENTE CON TUTTI I METODI DI PAGAMENTO,


Un pensiero su “OVHCLOUD: IN FIAMME IL DATA-CENTER PIÙ GRANDE D’EUROPA. ATTACCO O INCIDENTE?”

Rispondi