Connect with us

Hi, what are you looking for?

Africa

Bitcoin in Africa. “pacifica rivoluzione monetaria”?

L’Africa potrebbe aprire la strada all’adozione globale di Bitcoin. C’è chi già parla di “pacifica rivoluzione monetaria”.

L’Africa potrebbe aprire la strada all’adozione globale di Bitcoin. In molti in Africa hanno compreso che la valuta digitale presenta una maggiore inclusione finanziaria dei sottopagati. L’Africa era stata citata come la terza economia di criptovaluta in più rapida crescita con Kenya, Nigeria, Sudafrica e Tanzania che si classificano nella Top 20 Global Crypto Adoption Index di Chainalysis. Mesi fa, noi di MePiù, avevamo già affrontato più volte l’argomento “criptovalute” grazie anche all’intervento ai nostri microfoni di Francesco Carrino, analista e attento osservatore delle dinamiche economiche mondiali.

Avevamo soprattutto parlato del caso del Libano che, in preda ad una forte crisi economica e soprattutto finanziaria, è diventato un laboratorio per l’adozione delle monete digitali. Un contesto alquanto particolare, dove il tasso di unbanking – il tasso di impossibilità di accesso al sistema bancario – è molto alto e chi ha scoperto le cripto preferisce utilizzarle. Lo stesso mainstream aveva lanciato diversi servizi sul Libano, in particolare sul caso Beirut in cui si faceva riferimento addirittura a “spacciatori” di valute digitali, che cambiano dollari per cripto. Ebbene, avevamo perfettamente illustrato la catena di commercio che si era creata attraverso pagamenti in cripto tramite smartphone.

Un mondo di scambi su piattaforme decentralizzate sta emergendo sotto le crisi e le restrizioni imposte da governi sempre più autoritari?

Il Bitcoin, in Africa, sembra colmare il divario economico, andando a favore della finanza personale, delle iniziative imprenditoriali e quindi dell’economia reale. Inoltre sembra essere una soluzione in un contesto sociale caratterizzato dall’instabilità nei mercati finanziari globali e da alti costi di transazione sui servizi finanziari e molto altro. Dato che la metà della popolazione africana non ha un conto bancario tradizionale, Bitcoin fornisce una soluzione ai non bancari con servizi finanziari a chiunque, indipendentemente dalla classe sociale.

Questi movimenti hanno però allertato la Banca centrale della Nigeria, che ha vietato a tutte le istituzioni finanziarie regolamentate di fornire servizi agli scambi crittografici nel paese. L’Africa, celebre per essere “il centro della corruzione”, non avrà mai il benestare dei leader del Paese sul tema criptovalute. Nonostante i numerosi tentativi di porre un freno, però, l’uso di Bitcoin ha continuato a prosperare in tutto il paese, specialmente tra i giovani nigeriani e c’è già chi parla di “pacifica rivoluzione monetaria“. 

C’è sempre un “però”, come in tutte le cose. Binance –  uno dei più grandi exchange di criptovalute al mondo – ha improvvisamente limitato 281 account personali di utenti nigeriani. Costoro si sono così ritrovati senza più alcuna possibilità di effettuare operazioni di trading. Perché? Si apprende che tale provvedimento è stato necessario per rispettare le leggi internazionali sul riciclaggio di denaro. 

Sembra che la maggior parte degli account abbia subito tale restrizione su espressa richiesta dalle forze dell’ordine internazionali.

Ogni giorno decine di migliaia di persone raggiungono i nostri contenuti. Sappiamo che il momento non è dei migliori ma abbiamo deciso di programmare alcune produzioni da realizzare nei prossimi mesi. Quei contenuti più impegnativi che sapete essere nelle nostre corde. Ma per poterlo fare abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti. Se puoi, attiva una donazione ricorrente, anche piccola. Fallo adesso prima che passi anche questa giornata, il nostro lavoro è finanziato solo da voi, per forza e per scelta. Un grazie a chi lo ha fatto fino ad ora e chi vorrà aggiungere la sua goccia in questo fiume. mepiu.it/sostieni

COPIA DATI PER BONIFICO

IT87S0760103200000062388889 BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX Banca: Poste italiane Spa A favore di: Eugenio Miccoli Causale: Donazione

Se hai difficoltà, contattaci a sostieni@mepiu.it

Criptovalute QUI

Da non perdere

Articoli

Meta, proprietaria di Facebook e Instagram, annuncia il taglio di oltre 11mila dipendenti, 13% della forza lavoro. Uno dei più grandi licenziamenti tecnologici di...

Africa

Kissinger diceva che chi controlla il denaro, può controllare il mondo. E la Francia questo lo sa. Col Franco CFA, la "République" perpetra il...

Articoli

Elon Musk ha recentemente concluso l’acquisizione di Twitter, si è presentato nella sede della società con un lavandino in mano e ha licenziato il...

Articoli

Maia Sandu, diventata presidente della Moldova grazie a una retorica progressista e alla lotta contro l'eredità post-sovietica nel paese, si è di recente contraddistinta...

Articoli

Karl Peter Griesemann precipita accanto al Nord Stream, 22 giorni prima del presunto sabotaggio dei gasdotti. Una coincidenza? Togliamo il velo che occulta la...