Connect with us

Hi, what are you looking for?

INCHIESTA

IL RAPIMENTO DI ALDO MORO. Che cosa avviene veramente in via Fani? MORO-LEAKS

Che cosa avviene in via Fani? Perché il colpo di grazia alla scorta dell’on. Moro? Nessuno doveva poter riferire quello che aveva visto.

Che cosa avviene in Via Fani? L’azione terroristica dura due minuti e cinquantasei secondi. La sparatoria cinquantasei secondi. Vengono sparati novantasei colpi di arma da fuoco in così breve tempo.

Tanto è fulminea l’azione, tanto è violenta che i due carabinieri, Leonardi e Ricci, vengono colpiti stando in auto da una distanza di dieci centimetri alla nuca. Quindi significa che chi aveva sparato si era avvicinato al cristallo dell’auto. Alberto Franceschini dirà poi: “Non avevamo grande dimestichezza con le armi e spesso ci siamo sparati sui piedi“. Ad Alberto Franceschini è stato chiesto il perché dopo la sparatoria c’è stato il colpo di grazia alla scorta? Perché nessuno doveva poter riferire quello che aveva visto, è la drammatica risposta.

Che cosa potevano aver visto? Le Brigate Rosse che andavano a fare il rapimento Moro? No! Perché il Procuratore della Repubblica di Roma disse: “È ormai certo che in via Fani, con le Brigate Rosse ci fossero uomini della mafia romana, la Banda della Magliana, uomini dei servizi segreti deviati italiani e uomini dei servizi segreti europei che avevano almeno un interesse, creare caos in Italia.”

L’unico che non subisce il colpo di grazia è il poliziotto Zizzi che era seduto dietro, nell’auto della polizia – quindi la seconda auto – avanti a destra. Chi è Zizzi? Uno che non c’entrava assolutamente nulla con la scorta di Moro: venne chiamato il 16 marzo mattina a sostituire un poliziotto – che si chiama Rocco Gentiluomo – il quale, secondo il suo collega Adelmo Saba avrebbe riferito: “Mi hanno voluto salvare e mi hanno messo in ferie“.

Moro-Leaks: La più completa raccolta di fatti e informazioni documentali sul ‘caso Moro’ attualmente in circolazione. Dal creatore di The Moro Files, il nuovo libro-intervista di Eugenio Miccoli a Gero Grassi su uno dei più grandi misteri della Repubblica italiana. Acquista il libro su mmzero.it

COPIA DATI PER BONIFICO

IT87S0760103200000062388889 BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX Banca: Poste italiane Spa A favore di: Eugenio Miccoli Causale: Donazione

Se hai difficoltà, contattaci a sostieni@mepiu.it

Criptovalute QUI

Da non perdere

Articoli

Meta, proprietaria di Facebook e Instagram, annuncia il taglio di oltre 11mila dipendenti, 13% della forza lavoro. Uno dei più grandi licenziamenti tecnologici di...

Africa

Kissinger diceva che chi controlla il denaro, può controllare il mondo. E la Francia questo lo sa. Col Franco CFA, la "République" perpetra il...

Articoli

Elon Musk ha recentemente concluso l’acquisizione di Twitter, si è presentato nella sede della società con un lavandino in mano e ha licenziato il...

Articoli

Maia Sandu, diventata presidente della Moldova grazie a una retorica progressista e alla lotta contro l'eredità post-sovietica nel paese, si è di recente contraddistinta...

Articoli

Karl Peter Griesemann precipita accanto al Nord Stream, 22 giorni prima del presunto sabotaggio dei gasdotti. Una coincidenza? Togliamo il velo che occulta la...