Lun. Nov 30th, 2020

Da lunedì 2 novembre il nuovo Dpcm. Si pensa al divieto di spostamento tra Regioni e chiusura di negozi e altre attività. Il governo chiederà alle Regioni con Rt troppo elevati di indicare una serie di «zone rosse» locali. Divieto di spostamento tra le Regionichiusura di negozi e misure più rigide per le aree metropolitane e per le città con maggiore rischio (tra cui ci sono Milano e Napoli) con dei lockdown locali.

Coronavirus, Cts: no lockdown nazionale o regionale, sì a chiusure provinciali dove necessario e revisione trasporto pubblico. Conte accelera: forse nuovo Dpcm già lunedì sera. Ipotesi stop a spostamenti tra regioni e lockdown locali. Il premier riferirà alla Camera il 2 novembre alle 12 e alle 17 al Senato.

Per decidere su una chiusura dell’intero Paese Conte vuole arrivare a ridosso dell’8 novembre, 15 giorni dopo la scelta di chiudere bar e ristoranti alle 18 e limitare gli spostamenti delle persone.

Lunedì sera, dunque, il premier ha intenzione di firmare un nuovo Dpcm — il decreto della presidenza del Consiglio dei ministri — con cui il governo potrebbe fare tre cose:
– chiudere i confini tra le Regioni per provare a rallentare la corsa del virus;
– chiudere i centri commerciali durante il fine settimana
– chiedere alle Regioni con gli indici di contagio più elevati di indicare una serie di «zone rosse» locali e le attività che dovranno essere limitate.

Lo farà dopo le comunicazioni al Parlamento, che dovrebbero tenersi alle 12 alla Camera e alle 17 in Senato.

La decisione arriva dopo una riunione a palazzo Chigi tra il Conte e i capidelegazione di maggioranza, allargata anche al professor Brusaferro (presidente dell’Istituto superiore di Sanità), al professor Locatelli (presidente del Consiglio superiore di Sanità), al dottor Miozzo (coordinatore del Comitato tecnico scientifico) e al commissario Arcuri.

Il governo dovrebbe ricevere una risposta da parte del CTS già in serata.

Nella mattinata di domani, domenica 1 novembre, ci sarà un confronto tra Conte, i ministri Speranza e Boccia e i governatori. Nel pomeriggio di domenica, alle 15.30, è prevista una nuova riunione tra il governo e i capi delegazione; e sempre domenica, alle ore 17, all’incontro si uniranno anche i capigruppo di maggioranza. Lunedì mattina Conte sarà in Parlamento per presentare il nuovo DPCM.

SETTE+

LE SORTI DEL MONDO: ITALIA IN RIVOLTA E PRESIDEZIALI USA \\ settepiù del sabato con Eugenio Miccoli.

La settimana che si chiude è stata una settimana segnata dalle proteste spontanee, che si sono susseguite tutti i giorni nelle principali città italiane, da nord a sud. A dare l’inizio alle manifestazioni sono stati i commercianti napoletani, seguiti a ruota da piccoli imprenditori ed esercenti di tutta Italia.

Nel frattempo negli Usa si è quasi conclusa la campagna elettorale più importante degli ultimi anni, e il mondo sta con il fiato sospeso in attesa di sapere chi guiderà la prima potenza del mondo.

Settepiù è il settimanale che raccoglie i principali fatti della settimana in diversi formati.

Ecco di cosa parleremo in questa edizione:

Italiani in piazza: divampa da nord a sud la protesta spontanea, commercianti e piccoli imprenditori dicono no a coprifuoco e chiusure.

Proteste e propaganda: i media mainstream fanno a gara per demonizzare i cittadini che manifestano contro il governo, ma ormai sempre meno italiani gli credono.

America al voto: manca ormai pochissimi giorni alle presidenziali Usa, elezioni che avranno un impatto enorme anche sull’Italia. Trump può ancora farcela?

SETTE+

Italia in piazza e America al voto \\ settepiù del 30/10/2020 con Arnaldo Vitangeli

SETTE+ e sette+ in compresse

playlist

Se sei arrivato fino a qui e ritieni utile il nostro lavoro sostieni il sito con una donazione: https://mepiu.it/sostieni

Se vuoi evitare di essere ingannato dagli stregoni della notizia,
segui MePiù, presente su tutte le piattaforme.

SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE DI MePiù
IBAN E POSTEPAY SU: https://mepiu.it/sostieni

Eugenio Miccoli

Di Eugenio Miccoli

Blogger, Video Maker e intervistatore. Fondatore e coordinatore di MePiù.

Rispondi