Connect with us

Hi, what are you looking for?

economia

Green Pass in Parlamento. Pino CABRAS: lo accettiamo e chiediamo tamponi per tutti i colleghi.

Pino Cabras deputato di “L’Alternativa C’è”, al microfono di Eugenio Miccoli di MePiù alla manifestazione di Sabato 25 settembre contro il Green Pass in piazza San Giovanni a Roma, manifesta una posizione quantomeno ambigua.

Pino Cabras deputato di “L’Alternativa C’è“, al microfono di Eugenio Miccoli di MePiù alla manifestazione di Sabato 25 settembre contro il Green Pass in piazza San Giovanni a Roma, manifesta una posizione quantomeno ambigua.

Critica i suoi colleghi che “hanno scelto il green pass”, promette continuità sull’impegno al contrasto delle misure su tutti i fronti. Denuncia l’anomalia italiana che dovrebbe essere lo stimolo alla resistenza, invoca una mobilitazione molto forte a partire dei posti di lavoro, azioni non violente nonostante la stampa di regime ma, a domanda specifica, dichiara di accettare l’obbligo di possedere un green pass per entrare in parlamento e lancia una sorta di provocazione: chiedendo tamponi periodici per tutti i colleghi.

COPIA DATI PER BONIFICO

IT87S0760103200000062388889 BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX Banca: Poste italiane Spa A favore di: Eugenio Miccoli Causale: Donazione

Se hai difficoltà, contattaci a sostieni@mepiu.it

Criptovalute QUI

Da non perdere

cina

Quale è la vera origine delle proteste in Cina? Ipotesi dietrologiche girate nel web e tanto imbarazzo nel mainstream internazionale sono i protagonisti principali...

Articoli

Meta, proprietaria di Facebook e Instagram, annuncia il taglio di oltre 11mila dipendenti, 13% della forza lavoro. Uno dei più grandi licenziamenti tecnologici di...

Africa

Kissinger diceva che chi controlla il denaro, può controllare il mondo. E la Francia questo lo sa. Col Franco CFA, la "République" perpetra il...

Articoli

Elon Musk ha recentemente concluso l’acquisizione di Twitter, si è presentato nella sede della società con un lavandino in mano e ha licenziato il...

Articoli

Maia Sandu, diventata presidente della Moldova grazie a una retorica progressista e alla lotta contro l'eredità post-sovietica nel paese, si è di recente contraddistinta...